Giardiniera di verdure in olio

L’orto dello zio G., l’ormai famoso zio ortolano, e una visita al mercato della filiera corta ci hanno riempito di tanta bella verdura fresca, ma veramente tanta! Mangiarla tutta era quasi impossibile, quindi si è reso necessario pensare al modo di conservarla. A questo punto ci è sopraggiunto un ricordo, ovvero è sopraggiunto alla cuoca senior perché è legato alla sua nonna: una deliziosa giardiniera di verdura sotto’olio che immancabilmente era sempre presente sulla tavola in occasioni di pranzi e cene di accompagnamento alle carni bollite, ma spesso anche come antipasto.

E’ una preparazione semplice, richiede solo un pochino di tempo e di pazienza, la si può fare con le verdure disponibili in quel momento nell’orto e/o nella nostra dispensa, il procedimento non cambia.

L’attenzione maggiore richiesta è per  la sterilizzazione dei vasi e per l’ottenimento del sottovuoto, proprio in questi giorni ci siamo lette le linee guida dell’Istituto Superiore della Sanità per conserve senza rischi, ci sono sembrate chiare ed esaustive.

La giardiniera di verdure sott’olio si conserva per diversi mesi in dispensa al buio invece una volta aperto il vasetto si conserva in frigorifero per qualche settimana.

La giardiniera di verdure in olio può diventare tante portate diverse: antipasto, contorno, aperitivo, sempre comunque sane e leggere.

Consiglio delle Cuoche: usiamo dei vasetti non molto grandi, si apre, si consuma e si passa ad un altro.

Giardiniera di verdure in olio

Ingredienti

  • Fagiolini
  • Zucchine
  • Carote
  • Cavolfiore
  • Cipolla di Tropea
  • Peperone rosso
  • Aceto bianco lt 0,5
  • Acqua lt. 1
  • Zucchero 1 cucchiaino
  • Sale 1 cucchiaio
  • Chiodi di garofano n. 2
  • Olio extra vergine d’oliva
  • Foglie di basilico n. 1 ogni vaso
  • Pepe nero in chicchi 3-4 per ogni vaso
  • Peperoncino n. 1 per ogni vaso

Istruzioni

  • Abbiamo pulito le verdure, lavate e ridotte a pezzetti non molto piccoli, mantenendole però divise in modo da sbollentarle ognuna per conto suo a seconda dei suoi tempi.
  • In una capace pentola abbiamo messo l’aceto, l’acqua, i chiodi garofano e lo zucchero, al momento del bollore abbiamo messo anche il sale. A questo punto abbiamo tolto i chiodi garofano perché non volevamo che si mescolassero in seguito con la verdura.
  • Abbiamo iniziato a sbollentare le verdure partendo da cavolfiore, zucchine, carote, fagiolini,cipolla e peperoni, abbiamo seguito la cottura di ognuna in modo che si ammorbidisse ma non troppo.
  • Via via che toglievamo una verdura la scolavamo bene e la mettevamo ad asciugarsi su un canovaccio pulito.
  • Abbiamo recuperato i vasetti che avevamo sterilizzato con i relativi coperchi/capsule e sul fondo di ognuno abbiamo messo la foglia di basilico, i chicchi di pepe, il peperoncino intero ed abbiamo iniziato a riempirli con le verdure mescolate, facendo attenzione anche all’effetto cromatico e che in ogni vaso ci fosse un po’ di tutto.
  • Siamo passate a riempire d’olio facendo attenzione che filtrasse dappertutto (è utile battere il vasetto sul tavolo per stabilizzarlo) e infine li abbiamo chiusi con i coperchi e messi in una pentola per il sottovuoto.
  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *